LE MAGAZINE l'industriale présente, tous les quinze jours, l'offre de nouveaux et d'occasion machines-outils disponibles chez certains détaillants spécialisés; et aussi des interviews, des nouvelles, de l'économie, salons commerciaux, des nouvelles de l'industrie ...

TROUVEREZ PLUS»
BIE 2020 presenta l'area MANUTENZIONE PREDITTIVA
BIE si conferma anche per il 2020 fiera dall'approccio pratico made in Brescia: grazie alla collaborazione con tre aziende - Gatti Filtrazioni Lubrificanti, Ligarotti Motori Elettrici e Darkwave Thermo – e dalle loro expertise nasce l'area "Manutenzione predittiva", dove sarà possibile toccare con mano l'applicazione di diverse tecnologie e sensori a differenti macchinari e comprendere come trarne un effettivo profitto per la propria attività.

4 i vantaggi chiave permessi dalla Manutenzione predittiva che hanno spinto gli organizzatori e le 3 aziende ad impegnarsi nella creazione di questa ampia area e che rappresentano il fil rouge del progetto:

• Efficienza: la MP aumenta la produttività ed i margini, migliora la gestione dei processi ed il ciclo di produzione,
• Risparmio: evita di disperdere energia, risorse, tempo e dunque denaro,
• Prevenzione e sicurezza: previene sprechi, guasti e abbatte i costi di manutenzione ed intervento, aumenta la sicurezza degli impianti e degli operatori,
• Ambiente: una maggiore efficienza aziendale e l'assenza di sprechi hanno un riflesso positivo sull'ambiente, portando l'azienda naturalmente verso una evoluzione green.

Temi che acquistano importanza fondamentale soprattutto nel particolare periodo storico che le nostre aziende stanno vivendo, dove necessitano più che mai di nuove ed efficaci soluzioni per assicurare la giusta marginalità, competitività e stabilità al proprio business.

Come funziona l'area Manutenzione predittiva: dalla teoria alla pratica.
I visitatori ed espositori potranno accedere all'area gratuitamente registrandosi alla fiera. Lo spazio, che verrà inaugurato il primo giorno in occasione del taglio del nastro con le autorità, sarà poi sempre visitabile durante i 3 giorni della manifestazione. Ogni giorno verranno realizzate due sessioni speciali,
una la mattina e una il pomeriggio, con una breve introduzione da parte dei protagonisti del progetto per capire effettivamente cosa è la manutenzione predittiva, come è stata realizzata in fiera e quali gli straordinari risultati che permette, seguita da un tour pratico guidato nelle stazioni realizzate dalle aziende stesse dove si potranno toccare con mano e testare le applicazioni.

Niente chiacchiere. Parlano i dati.
Con la manutenzione predittiva nulla è lasciato al caso. Cosa di più concreto dei numeri e dei dati per valutare l'efficacia dei propri macchinari e processi?
Per questo i dati raccolti dalle macchine presenti in fiera saranno visibili su schermi che evidenzieranno in tempo reale i rilievi e le aziende affiancheranno le varie stazioni di MP con i risultati che l'applicazione di quelle stesse tecnologie ha già permesso ad altre imprese. Case history di successo, vere e concrete dunque, da cui attingere per le proprie realtà aziendali.

Le stazioni del percorso.
Dall'esperienza e dalla cooperazione delle 3 aziende, verrà creato un percorso che vedrà protagoniste diverse attuazioni di MP, assolutamente innovative e dall’alto valore tecnologico, pur nella loro semplicità ed immediatezza di applicazione:

1. Analisi e filtrazione dei lubrificanti: siamo sempre limpidi.
Incrementare il rendimento della tua impresa attraverso l’analisi, la programmazione e la gestione dei lubrificanti è possibile con la MP. Determinare le condizioni specifiche del fluido lubrificante, con un semplice prelievo e in modo costante, permette infatti di conoscere lo stato di salute e più in generale di fare un check-up della produttività aziendale. Basta stop imprevisti, fermi macchina, riparazioni straordinarie, ritardi per malfunzionamenti e relativi costi: si potrà gestire tempestivamente i circuiti idraulici e pianificare la gestione olii per prevenire ed evitare guasti, interruzioni e malfunzionamenti. Questo significa migliorare efficienza, funzionalità, produttività per la tua attività e un maggiore rispetto per l’ambiente circostante: una corretta gestione dei fluidi lubrificanti permette di allungare di 4/5 volte la vita dell’olio, riducendo drasticamente la quantità acquistata, smaltita e gestita, ottenendo un vantaggio economico e ambientale.

2. Motion Amplification™: vedere per credere.
La nuova incredibile tecnica per “vedere” le vibrazioni, grazie ad una telecamera ad alta velocità in grado di renderle percettibili e dunque misurabili, con altissime frequenze di analisi. Vedere il movimento è il modo migliore per capire dove stanno eventuali problemi e come risolverli e il video è un mezzo straordinario in quanto, composto da milioni di pixel, restituisce milioni di sensori di vibrazione contemporaneamente.

3. Allineamento laser di precisione: chi ben comincia è a metà dell’opera.
Solo quando l’allineamento è preciso è possibile ambire alla massima vita operativa dei
componenti meccanici.

4. Termografia: scopriamo subito chi ha la febbre.
Utile, rapida e universale, permette di non fermare gli impianti e agli operatori di non intervenire manualmente per una maggiore sicurezza. Può essere utilizzata sulle applicazioni più disparate e in tutti i campi dell’analisi industriale: tutto ciò che concerne l’elettricità, ma anche le parti meccaniche, scaricatori di condensa, fotovoltaico, refrattari, isolamenti, perdite di gas e molto altro.

5. Il controllo delle vibrazioni: non vogliamo macchine agitate.
La giusta tecnica e l’applicazione di algoritmi specifici permette di rilevare guasti e anomalie in modo precoce e estremamente attendibile, anche in situazioni di difficile misurazione, come cuscinetti volventi e ingranaggi a basso giro dove i segnali di danneggiamento sono debolissimi e mascherati dalla vibrazione generale del macchinario. Un rilievo preciso permette di sostituire il componente nel momento giusto: non troppo presto quando sprecheremmo vita residua e dunque denaro, né troppo tardi quando è a forte rischio guasto e potrebbe compromettere la produzione.

6. Ultrasuoni per le perdite di aria compressa e gas tecnici: catturiamo i gas in fuga.
Aria compressa e gas tecnici rappresentano nelle imprese un costo importante e in ogni
azienda se ne spreca circa il 15-25%. Nonostante ciò, queste perdite sono le meno controllate perché è uso comune pensare siano normali. La buona notizia è che sono però le più facili da eliminare grazie ad analizzatori ad ultrasuoni “airborne”, rapidi ed efficienti, estremamente sensibili e utilizzabili a linea produttiva attiva. Questi strumenti garantiscono un risparmio immediato: individuano le perdite, calcolano quanto viene sprecato grazie ad una misurazione in dB e permettono di intervenire. Un tecnico
100 perdite significative in un solo giorno.

7. Motor testing MCA&ESA: i motori elettrici in salute.
Questa tecnica permette, grazie ad una strumentazione portatile, l’analisi per la salute delle macchine elettriche: motori, generatori, trasformatori, azionamenti ed inverter. E proprio su motori e inverter sarà possibile vedere l’applicazione di questa tecnica a BIE, perché un tecnico possa arrivare a non dire più “Si è bruciato il motore”, individuando in pochi minuti la condizione del motore e le più piccole anomalie quando ancora sono silenti. In questo modo si evita lo stop produttivo, la corsa alla riparazione e costi inaspettati ed ingenti. Si può dunque pianificare la manutenzione e sostituzione dei componenti con largo anticipo. Questa tecnica può essere applicata a motori nuovi per controllare la qualità del prodotto o appena riparati per valutare l’efficacia dell’intervento fatto, oltre per ottimizzare e ridurre in generale i consumi energetici.

Per info: www.fierabie.com