LE MAGAZINE l'industriale présente, tous les quinze jours, l'offre de nouveaux et d'occasion machines-outils disponibles chez certains détaillants spécialisés; et aussi des interviews, des nouvelles, de l'économie, salons commerciaux, des nouvelles de l'industrie ...

TROUVEREZ PLUS»
MACHINES EN VENTE

Recherche parmi des milliers de machines-outils d'occasion, neufs, de ventes aux enchères, liquidations et des faillites.

ANNONCES DES RECHERCHES

Annonces des recherches de machines-outils.

VENDEZ VOTRE MACHINE

Inscrivez-vous et vendez vos machines-outils neuves et d’occasion.

LE MAGAZINE
l'industriale présente, tous les quinze jours, l'offre de nouveaux et d'occasion machines-outils disponibles chez certains détaillants spécialisés; et aussi des interviews, des nouvelles, de l'économie, salons commerciaux, des nouvelles de l'industrie ...
Feuillette dernier
magazine
ABONNEMENT
AU MAGAZINE
TROUVEREZ PLUS»
RECHERCHER 
DÉTAILLANT
détaillant
nation
province
EXPOSITIONS
Les principales FOIRES ITALIENNES ET ÉTRANGÈRES liées au monde de la métallurgie
LISTE
Prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro: le tecnologie per il monitoraggio continuo a garanzia di un’elevata qualità dell’aria indoor
Costruire e diffondere una cultura della sicurezza e della prevenzione nei luoghi di lavoro, eliminandone i principali fattori di rischio nel pieno rispetto della normativa vigente, sono obiettivi aziendali ormai imprescindibili, contemplati nei piani di sviluppo, soprattutto ove siano presenti politiche di welfare. Le imprese sono infatti sempre più sensibili al tema quale elemento chiave per sostenere la crescita e migliorare la competitività sul mercato. I dati parlano chiaro: nel 2018, le aziende con un sistema di gestione della salute e della sicurezza del lavoro certificato per la norma OHSAS 18001 erano circa 17mila, il 9% in più rispetto al 2016 e il 32% in più rispetto a tre anni prima1.
La qualità dell’aria di un ambiente di lavoro è un fattore determinante per la prevenzione della sicurezza e della salute dei lavoratori eppure, il rischio di contaminazione indoor viene sottostimato anche dalla normativa stessa. Se, da una parte, la progettazione, l’installazione, il collaudo e la manutenzione degli impianti di trattamento aria sono soggetti al rispetto delle disposizioni legislative in materia di sicurezza (D.M. 22 gennaio 2008, n. 37) dall’altra, l’Italia presenta un impianto normativo non adeguato, atto a garantire la salubrità dell’aria indoor nonché una corretta gestione dell’igiene aeraulica.
“In tal senso, ad oggi, anche la più precisa ispezione degli impianti aeraulici, non esenta dai rischi per la salute delle persone” dichiara Andrea Casa, Presidente e Amministratore Delegato di Alisea, che continua “Le Linee Guida Ministeriali, infatti, e in particolare la “Procedura Operativa per la valutazione e gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria” adottata il 7 febbraio 2013, suggeriscono una frequenza annuale per le ispezioni visive, che diventano semestrali per edifici con sistemi di umidificazione adiabatica. Tuttavia, un impianto che risulti in condizioni igieniche ottimali a seguito dell’indagine visiva, non significa che sia immune da possibili contaminazioni chimiche o microbiologiche. Tali fenomeni, qualora dovessero verificarsi, non verrebbero rilevati fino al sopralluogo periodico successivo, con un’evidente criticità in termini di salute e sicurezza per gli occupanti degli edifici” e conclude “Sarebbe, dunque, importante non solo aumentare la frequenza delle ispezioni ma supervisionare costantemente lo stato igienico degli impianti: un’operazione possibile esclusivamente attraverso tecnologie per il monitoraggio continuo”.
In concreto, un cambio di paradigma a favore di un controllo non più periodico bensì costante si traduce in vantaggi in termini di salute, tutela legale e costi: i fenomeni potenzialmente pericolosi vengono immediatamente registrati e segnalati per consentire di intervenire tempestivamente con le misure correttive più adeguate, rimandando l’intervento fisico sugli impianti ai soli casi di necessità. In altre parole, la manutenzione e gestione igienica diventano facilmente programmabili, con un conseguente saving.  Inoltre, i report periodici sull’andamento della contaminazione nel tempo, permettono, a differenza di un’ispezione visiva annuale, di dimostrare la più completa ottemperanza alle norme di legge e assicurano l’esonero da ogni responsabilità civile e penale.
Il sistema RemotAir® di Alisea – Azienda di riferimento per l’analisi, bonifica e certificazione di idoneità igienico-sanitaria degli impianti aeraulici e Socia Fondatrice di A.I.I.S.A. (Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici) – trasforma questo scenario in realtà attraverso il controllo in remoto delle Unità di Trattamento Aria e delle condotte aerauliche, con cui è possibile monitorare la qualità dell’aria erogata dall’impianto e registrare in modo preciso le tempistiche di formazione della contaminazione, per un’analisi predittiva sullo stato igienico e sulle condizioni di esercizio degli impianti HVAC. La connotazione pionieristica di RemotAir® deriva, infatti, dal nucleo di Intelligenza Artificiale dislocato in Cloud che, in virtù della capacità di machine learning, è in grado di migliorare le sue prestazioni in modo adattivo attraverso l’apprendimento dall’esperienza e di stimare l’evoluzione della contaminazione. Degna di note inoltre, l’architettura software basata su Fuzzy Logic che, grazie a specifici algoritmi, valuta i dati provenienti da una raffinata sensoristica installata a bordo impianto e la loro reciproca interazione.
Nello specifico, RemotAir® può registrare, anche più volte al giorno, immagini in alta risoluzione dell’interno degli impianti che permettono al sistema di identificare la quantità di polveri depositata sulle superfici interne degli impianti e inviare degli alert qualora i livelli dovessero avvicinarsi al valore soglia indicato dallo Standard NADCA ACR 2013, pari a 0,75 g/m2. In secondo luogo, vigila sull’eventuale presenza di batteri, virus e miceti, fattori causa della contaminazione microbiologica e avvisa in caso si verifichino le condizioni di rischio. Inoltre, le funzioni di controllo in continuo consentono una valutazione dello stato dei filtri installati, al fine di ottimizzare i costi della loro sostituzione e l’efficienza delle batterie scambio termico, a favore di un sensibile e documentato miglioramento delle performance energetiche dell’impianto di trattamento aria. Infine, tutti i dati rilevati sono disponibili online, in tempo reale, attraverso un portale internet multipiattaforma, fruibile per i clienti da PC, tablet e smartphone.
RemotAir® è il risultato di una collaborazione sinergica tra l’expertise di Alisea nel campo dell’igiene aeraulica, lo studio e i test pluriennali effettuati dal suo Team R&D e due importanti Atenei italiani quali l’Università di Pavia e il Politecnico di Milano.

Alisea Srl
Fondata all’inizio del nuovo millennio con sede in Provincia di Pavia, Alisea, oltre ad essere player di riferimento per l'igiene aeraulica, è considerata dagli Operatori del settore un'eccellenza per il suo approccio tecnico e metodologico rispetto all’analisi, bonifica e certificazione di idoneità igienico-sanitaria degli impianti aeraulici. Il successo dell’Azienda si intreccia con l'expertise di Andrea Casa, fondatore e attuale Amministratore Delegato, che ha saputo coniugare perfettamente una vocazione forense con una profonda conoscenza tecnica di natura igienico-impiantistica, diventando il precursore in Italia della diffusione di una cultura basata sull’importanza della qualità dell’aria indoor per la salute ed il benessere delle persone. Promotrice attiva della crescita e sviluppo del settore, l'azienda vanta un know-how unico nel suo genere che l'ha condotta ad effettuare, negli anni, interventi di sanificazione su oltre 16.000 unità di trattamento aria e igienizzazione di più di 10.000 chilometri di condotte aerauliche. Una realtà leader sul mercato italiano e protagonistra anche all'estero, con più di 3.000 clienti in Europa, Nord Africa e Medio Oriente. L’Azienda opera con un organico costituito da 60 collaboratori, vantando a Settembre 2019 un fatturato di circa 4 Milioni di euro.

Per maggiori informazioni www.aliseaitalia.com