LE MAGAZINE l'industriale présente, tous les quinze jours, l'offre de nouveaux et d'occasion machines-outils disponibles chez certains détaillants spécialisés; et aussi des interviews, des nouvelles, de l'économie, salons commerciaux, des nouvelles de l'industrie ...

TROUVEREZ PLUS»
Ucimu-sistemi per produrre: cresce ancora il numero delle imprese associate. Nel 2020 sono 231
Non sono tutte negative le notizie che riguardano il 2020: nonostante la complessità del contesto, o forse anche in ragione di ciò, nell’anno che ci apprestiamo a chiudere UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE ha comunque visto crescere il numero di imprese associate che, a fine 2020, risulteranno essere 231.

Il numero testimonia la grande attrattività dell’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione per gli operatori del settore. Per trovare una compagine tanto numerosa occorre tornare indietro nel tempo, fino al 1992, quando erano 233 le associate a UCIMU.

Certo il mondo era completamente diverso ma è evidente che UCIMU, con i suoi servizi e le sue iniziative - anche in un’epoca in cui i corpi intermedi e le organizzazioni corporative hanno subito non pochi ridimensionamenti a causa delle differenti crisi economiche - si conferma punto di riferimento per le imprese del settore.

La composizione della base associativa comprende: 130 soci ordinari, 67 soci con Marchio UCIMU Blue Philosophy e 34 soci aggregati. A tutte le imprese associate UCIMU fornisce supporto e servizi di consulenza per tutte le principali materie in cui si articola l’attività aziendale: economica, tecnica, di marketing, commerciale, di formazione e comunicazione.

Nel 2020 sono stati (dato aggiornato a fine novembre) 1.455 i servizi erogati da UCIMU rispetto alle richieste delle singole imprese associate, per una media quindi di 6 servizi personalizzati richiesti da ciascuna impresa associata. Il dato, ancora parziale, risulta già più alto di quello rilevato a fine 2019, quando i servizi richiesti risultarono 1.312.

Con particolare riferimento al periodo di lockdown, l’associazione ha creato uno sportello di assistenza, operativo sette giorni su sette, attraverso il quale ha diffuso le comunicazioni governative di interesse per le aziende e risposto a quesiti specifici, erogando oltre 500 servizi di consulenza. Lo sportello di assistenza si avvale anche di un’area dedicata direttamente accessibile dall’homepage del sito UCIMU ove sono rese disponibili informazioni, approfondimenti, analisi dettagliate che si aggiungono a tutto il materiale abitualmente disponibile online per tutte le principali tematiche di interesse per le imprese del settore.

Nel corso dell’anno sono state 26.302 le attività svolte in area riservata di ucimu.it dalle imprese associate e 3.600 i download di documenti. Nei primi 11 mesi del 2020, hanno effettuato operazioni (in area riservata) di consultazione di informazioni e download di documenti 163 aziende, pari a circa il 70% del totale delle associate.

Nel 2020, le visite al sito di UCIMU dovrebbero risultare circa 53.000, in crescita rispetto agli anni precedenti quando si registravano circa 52.000 contatti. La proiezione, calcolata sulla base delle visite abituali condotte dagli utenti sul sito ucimu.it, mette in evidenza l’importanza delle tecnologie digitali in questo periodo di emergenza sanitaria.

La dimensione di approfondimento culturale e di confronto, garantita dai numerosi eventi tradizionalmente organizzati dall’associazione con il coinvolgimento di esperti, è stata assicurata - anche in questo periodo di limitazione alla mobilità - dagli incontri online risultati ad oggi oltre una cinquantina.

Barbara Colombo, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE ha affermato: “l’associazione non si è mai fermata in questi mesi di difficoltà e, anzi, ha intensificato la sua attività con l’obiettivo di fornire supporto concreto alle imprese che dovevano fronteggiare situazioni e problematiche davvero inaspettate. Le tecnologie digitali, utilissime per il prosieguo dell’operatività delle nostre aziende, sono state di grande aiuto anche per un’organizzazione come UCIMU”.

“Non tutto può però essere fatto a distanza. Anche per questo - ha aggiunto la presidente di UCIMU - attentamente valutato il livello di criticità del contesto e prese tutte le misure necessarie in fatto di sicurezza sanitaria, abbiamo voluto organizzare l’Assemblea dei Soci in presenza lo scorso ottobre. La riunione è stata molto partecipata e, anche grazie alla disciplina mostrata da tutti gli intervenuti, è stata un grande successo”.